Microblading per bionde: consigli

I capelli biondi godono di una meritata fama: le ciocche dorate che incorniciano un viso creano un aspetto decisamente carico di fascino, ma da sole non bastano; la bellezza del viso dipende dall’armonia tra molti fattori, che assieme danno un risultato che va ben oltre la semplice somma dei singoli fattori. Cosa si deve fare se si desidera un trattamento di microblading per bionde?

Il microblading è una tecnica di trucco semipermanente specificatamente pensata per le sopracciglia: utilizzando un particolare tool manuale composto da una sottile lama che a sua volta è formata da una serie di piccolissimi aghi accostati tra loro, è possibile depositare particolari pigmenti biocompatibili nello strato più superficiale dell’epidermide, per poi ‘disegnare’ pelo a pelo le sopracciglia. Il microblading ha due grandi vantaggi:

  • L’approccio manuale che caratterizza questo tipo di trucco semipermanente permette di ottenere risultati estremamente realistici, che non fanno pensare a un intervento artificiale
  • La forma e il colore dato alle sopracciglia rimarrà impeccabile per un lungo periodo di tempo (mediamente 12 mesi) senza ulteriori necessità di trucco, strucco, ritocco o cura, permettendo di risparmiare tempo ogni giorno e il denaro per i prodotti di make up

Questi due punti di forza del microblading richiedono però l’intervento di un operatore esperto e professionale in grado di ascoltare i desideri e i bisogni del cliente, per poi fornire una consulenza per guidarlo verso l’aspetto più indicato in relazione alle forme di base delle sopracciglia e alle altre caratteristiche del viso: ad esempio, su una specifica forma della testa ci staranno meglio un tipo di sopracciglia piuttosto che un altro.

Viene giustamente da chiedersi, però, perché preoccuparsi tanto delle sopracciglia, sono solo una parte del viso no? In realtà sono molto importanti nel definire l’aspetto di una persona: non solo nei termini dell’armonia tra le parti già citata, ma ricoprono un ruolo fondamentale nel definire lo sguardo e le espressioni facciali, ovvero nei modi con cui comunichiamo e ci interfacciamo con gli altri. Insomma, non sono certo da trascurare!

Assieme alla forma, l’operatore professionale di microblading offrirà la sua consulenza per il colore delle sopracciglia, che sono un punto critico soprattutto per chi ha i capelli biondi. Quindi, quali sono i consigli sul microblading per le bionde?

scelta colore sopracciglia microblading

Qui si fa valere l’esperienza dell’operatore: l’effetto cromatico dato dal pigmento scelto dipenderà dalle tonalità naturali della pelle, visto che farà da ‘schermo’ tra i depositi della sostanza e l’osservatore; chi ha la pelle chiara avrà tendenzialmente un sottotono rossastro e quindi i pigmenti scelti dovranno controbilanciare con tonalità fredde mischiate al colore scelto… Ma quale colore quindi?

Anche qui non c’è una risposta universale, poiché coi capelli biondi si può sia optare per il castano che per creare continuità con la chioma: sarà da valutare caso per caso, considerando le altre caratteristiche del viso per ridefinire l’aspetto delle sopracciglia e puntare alle forme e ai colori che creano un insieme armonioso e ideale.

Chi è naturalmente biondo chiaro dovrebbe mantenere una presenza discreta per le sopracciglia, quindi sarà una buona scelta optare per creare continuità con la chioma; per il capello più biondo scuro, i colori castani saranno scelte più indicate, creando un minimo di stacco tra sopracciglia e capelli. In ogni caso, non c’è da preoccuparsi: c’è una grande varietà di pigmenti che si adattano perfettamente a ogni caso!

Entra subito in contatto con professionisti del microblading!